Tra i quieti rumori

 12,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
Categoria:

La pelle

È la pelle di donna
che indosso ogni giorno
a farmi punire. Il dramma
antico a farmi subire.
Le ferite alle corde vocali
non mi consentono di parlare,
imputridiscono sillabe parole,
fantasmi le canzoni,
paesaggio spopolato la laringe,
non si formano i suoni.
Vestiti a lutto sono i miei pensieri,
a capo chino, nella via del silenzio
camminano. L’albero dalle foglie
taglienti ha rami altissimi
che il mio cielo cancella.
Vorrei gridare!
Da secoli vorrei gridare!

Melina Barbati è nata e vive a Foggia. Ama la pittura, la lettura e la scrittura. Con il libro di poesie Tele del Tempo (Manni Editore) nel 2011 è stata finalista al Premio Brancati; una selezione di 27 poesie tratte da questo volume è stata tradotta in spagnolo nel libro Lienzos del Tiempo (Benilde Editore). Recensioni e articoli sono stati pubblicati su «La Gazzetta del Mezzogiorno», «Poesia», «Il Corriere del Mezzogiorno», «Leggere Donna», «La Sicilia». Scrive anche racconti: è tra gli autori di Cento racconti ad orologeria e Italia del mondo entrambi per Leconte Editore, 2006.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tra i quieti rumori”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *