Il viaggiatore delle catastrofi

 16,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
Categoria:

Un uomo ha visto le torri gemelle crollare davanti ai suoi occhi, moltissimi innocenti morire e improvvisamente la sua coscienza del mondo è cambiata. La moglie è con lui, ma presto tra i due avviene una separazione, dolorosa e inevitabile: l’uomo sceglierà di stare con i più deboli e i più sfortunati, le vittime senza colpa delle catastrofi naturali che subito si trasformano in tragedie collettive e individuali. Architetto in una città mediterranea del nord italiano che ha amato molto, tanto da seguirne attivamente l’evoluzione urbana, egli lascia il suo paese per cercare l’uomo ovunque vi sia una catastrofe, come volontario pronto ad aiutare coloro che soffrono, laicamente, ma anche per aiutare se stesso, sollevarlo dalla propria paura della morte come della vita. Dunque, noi tutti seguiamo il protagonista lungo i suoi viaggi, sorta di Ulisse contemporaneo, a New Orleans dove impazza il grande uragano con un nome di donna, come a Mumbai o in una Palestina segnata dall’odio e dalla violenza. In ognuno di questi luoghi Bruno N. incontra le persone più disparate, vivendo l’esperienza di uno straniero che subito, occupandosi delle vite degli altri, diventa parte di esse, di quelle persone, delle loro paure e delle loro speranze. Forte di una scrittura letteraria, ben lontana dal mondo verbale di internet e del giornalismo televisivo, il romanzo coniuga armonicamente il piacere della lettura con l’analisi di un’anima inquieta, l’amore che nasce sulle rovine lasciate dall’uragano Katrina, con la descrizione fenomenologica di una catastrofe che nessuno potrà mai dimenticare, e infine, la pura invenzione narrativa con la cronaca, divenuta ormai storia.

Maurizio Fantoni Minnella, scrittore, saggista, critico cinematografico, pubblicista e filmaker, ha al suo attivo numerose pubblicazioni tra opere di narrativa come L’era volgare  (Genova 1989), Il tempo di Rachid, storie d’immigrati (Palermo 2000), Danza della mente  (Nardò 2004) e saggi di cinema come Bad boys. Dizionario critico della ribellione giovanile nel cinema (Milano 2000), Non riconciliati. Cinema e politica in Italia dal neorealismo a oggi  (Torino 2004) Paradise Now, sulle barricate con la macchina da presa  (Venezia 2010), Spezzare l’assedio. Il cinema del conflitto israelo-palestinese (Francoforte 2013), Habemus Nanni. Lessico morettiano, architettura di un autore  (Parma 2015). Suoi articoli e reportage sono apparsi su quotidiani internazionali e nazionali come “El Universal” di Caracas, “Liberazione”, “Rinascita della Sinistra”, “La Stampa”, “Avvenire”, e su riviste di cinema come “Cinecritica”, “CinecriticaWeb” e “Cineforum”. È autore del saggio di storia e cultura urbana Genova dei viaggiatori e dei poeti  (Roma 2003, rist. Genova ritratto di una città , Bologna 2013). Ha pubblicato Non mi arrendo (Milano 2013), autobiografia a quattro mani con Don Andrea Gallo, e La musica che abbiamo attraversato. Un viaggio sentimentale nel Novecento  (Roma, 2015). Regista indipendente, ha al suo attivo 25 film documentari e 4 cortometraggi, alcuni dei quali girati in Egitto, Algeria, Palestina, Israele, Striscia di Gaza, Kurdistan e Georgia. Tra i titoli principali: Gaza a cielo aperto, 2011, Nella Kasbah. Suite d’Algeri la città bianca 2011, Benvenuti nel ghetto , 2012, I libri salvati, 2012, Libertà di Hevi, una vita per il Kurdistan , 2013, Parole spalancate. La città dei poeti, 2015, Il cuore di mia madre, taccuino siciliano, 2015.

Sito: www.fantoniminnelladoc.org