Il sogno di Istwan

 11,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
Categoria:

“C’era una volta un ragazzo di 14 anni che sognava di diventare un pilota di aerei. Viveva in un piccolo villaggio dell’Africa ed ogni sera prima di dormire guardava le stelle e sperava di raggiungerle. Alcune di quelle che osservava non esistevano più, ma non glielo diciamo perché se fosse partito verso una di quelle che avrebbe fatto? Iniziare un viaggio verso una stella che non esiste, che effetto gli avrebbe fatto? E a voi? Provate a immaginare che i sogni provengono dalle stelle e che alcune di esse sono sparite già da anni luce. Che significa, che i sogni non sono più reali? O che alcuni di essi possono sopravvivere alla morte di alcune stelle? Forse alcuni sono sogni, altri illusioni.”

Istwan è un ragazzo africano con un grande sogno in fondo al cuore: diventare un pilota di aerei. Ogni sera prima di dormire guarda le stelle e sente che un giorno le potrà raggiungere. La sua famiglia non ha i soldi per farlo partire verso l’Europa o l’America. Nessuno lo può aiutare. Deve anche affrontare la sua cultura, così legata alla terra e così distante dal cielo. Così, decide di partire da solo verso Akkra, attraversando la Savana per inseguire il sogno di volare, di guidare un aereo e di raggiungere le stelle.

Stefano Tricoli, psicologo, ha pubblicato due racconti: Luca e la sfera celeste (Midgard, 2014), Le ragioni delle emozioni stonate (MJM Editore, 2015). Coltiva il desiderio che la scrittura, l’immaginazione ed i racconti possano aiutare nella pratica clinica.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il sogno di Istwan”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *