Cuore e fantasmi

 18,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
Categoria:

“Enzo Siciliano trovava nel racconto la sua più autentica felicità narrativa. Lo conobbi come lettore l’ultimo anno di liceo alla fine degli anni Novanta. Un mio compagno di scuola che condivideva con me la passione per la letteratura, Vincenzo, mi regalò una copia sgualcita di “Cuore e fantasmi”. “Questi racconti sono meglio di quelli di Moravia”, fu il quote con il quale mi lasciò il libro tra le mani. Sin dal primo racconto trovai una sorta di sintonia celeste, un movimento che mi univa a quella voce, una voce classica, distante dalla temperie di quel momento storico. Il “classico” della narrativa di Siciliano è nel senso di limpidezza e nitore della sua scrittura, nella naturale tensione verso la pietas, una delle grandi caratteristiche della letteratura destinata a rimanere, come accade ad esempio nel racconto lungo (o romanzo breve?) “Dalle carte di un mediocre insegnante”. “Cuore e fantasmi” è un libro che fa vivere e sentire un luogo chiamato il Vertano, la località ad Acqualoreto di Todi che è stata l’officina letteraria di Siciliano, un quartier generale di scrittura, creatività, ma anche di incontri che fa da sfondo a tantissime delle storie di questa raccolta, tra cui l’omonimo racconto.” (Mario Desiati)

Enzo Siciliano (1934-2006), romanziere, critico, direttore della rivista “Nuovi Argomenti”. Della sua ricca produzione ricordiamo: il libro d’esordio Racconti ambigui edito da Feltrinelli nel 1963 e poi ripubblicato da peQuod nel 2004, La notte matrigna, La principessa e l’antiquario (Premio Viareggio 1980), Carta blu, I bei momenti (Premio Strega 1997), Non entrare nel campo degli orfani e, postumo, La vita obliqua, tutti presenti nel catalogo Mondadori. Nel 2008 Giulio Perrone editore ha pubblicato Diario italiano 1997-2006.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cuore e fantasmi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *