Il ragno e la mosca. Dialogo sulla Libertà

 10,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
Categoria:

“Ci sono molti modi per raccontare la reclusione, il carcere a volte reale a volte fittizio, ma non per questo meno vero, che gli esseri umani impongono ad altri esseri umani o che, a volte, perfino si auto-impongono dentro di sé. Paolo e Alberto, in questo bellissimo libro scritto a quattro mani, hanno scelto la forma del dialogo, un dialogo intenso e serrato, tra un ragno e una mosca. Due nature, due anime che si sfidano, si provocano, si incalzano a parole fino quasi allo sgretolamento delle reciproche certezze di predatore e di predato, di carceriere e di prigioniero perché la realtà e la vita sono molto più complesse del ruolo che il destino vorrebbe assegnare a ciascuno”. (AleZ)

Paolo Vachino vive nella libertà della parola. Vive nell’ascoltare il respiro di un libro. Vive in un’autenticità profonda. Vive sprigionando poesia che avvolge l’umanità cercando, sempre, che le persone respirino un’aria migliore. Vive bevendo acqua portabile e dissetandosi di questa. Riesce a far scorrere la poesia, scolpendo la sua traccia su altre esistenze.

Alberto Ramundo è un poeta che sprigiona parole, liberandole dalle contraffazioni dell’ipocrisia. Nella vita, come nei suoi versi, non ha cercato di catturare la bellezza, ma di abbandonarsi a essa. Attraverso il fare è riuscito a essere. Anche una mosca.