Adesso riposa

 18,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
Categoria:

Nella stanza 416 giace in coma uno dei ragazzi coinvolti in un tragico incidente stradale, avvenuto lungo la strada del ritorno da una serata all’insegna dello sballo. Suo padre, Stefano Monterisi, vi si reca ogni giorno, nella forte speranza che suo figlio Marco si risvegli. Ingabbiato in quelle quattro mura bianche, ripercorre i momenti felici trascorsi insieme, l’infanzia serena di Marco in cui tutto ancora doveva succedere. Stefano è alla ricerca disperata del punto in cui quella serenità si è spezzata, il punto in cui ha commesso un qualche sbaglio che ha fatto sì che a poco a poco suo figlio diventasse sfuggente al suo controllo di genitore, e del come alcol e droga si siano insinuati nella quotidianità del ragazzo. I perché si sprecano ai bordi di quel letto, simile più allo specchio della sua anima, di fronte al quale si trova costretto a confrontarsi con le sue colpe e le ingiustizie della vita. Parallelamente, il vice questore Diego Cardelli porta avanti le indagini nel tentativo di stanare chi è a capo dell’organizzazione colpevole della diffusione di sostanze stupefacenti negli ambienti giovanili, fenomeno sempre più presente e ormai fuori controllo. Venendo a contatto con ambienti malavitosi della peggior specie, non sono pochi gli ostacoli che incontrerà, ma, fidandosi del suo intuito e della sua esperienza, la strada che sta percorrendo sembra essere quella giusta.
Adesso riposa è un romanzo che parla di dolore, fede, smarrimento e speranza, raccontato da chi ha vissuto tutto questo in prima persona.

Giuseppe Bommarito, avvocato, vive e lavora a Macerata. È presidente dell’Associazione “Con Nicola oltre il deserto dell’indifferenza” per la lotta alla droga, all’alcol e al disagio giovanile. Con Italic Pequod ha pubblicato Sia fatta la tua volontà (2016).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Adesso riposa”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *